Caricamento...
Home2020-03-15T16:59:01+01:00

Progetti:

Ambiti di competenza

L’attenzione di SPS alla lettura dei cambiamenti della realtà sociale l’ha condotta, nel tempo, a rivedere il suo ruolo all’interno del territorio provinciale, per rispondere alle emergenti esigenze e priorità formative e di comprensione dei fenomeni socio-economico-politici nuovi.

Tale impostazione le ha permesso di acquisire, man mano, nuove competenze e ruoli, pur privilegiando e mantenendo costante l’attenzione all’impegno sociale e politico.

A tutt’oggi i suoi ambiti di competenza ed azione sono:

FORMAZIONE

Individuazione dei bisogni formativi, progettazione, organizzazione e .gestione di percorsi formativi ad hoc, sia per la pianificazione annuale delle proprie azioni formative, sia come supporto e su richiesta di altri enti e soggetti pubblici e privati

PROMOZIONE

Attività di promozione della partecipazione all’impegno attivo e responsabile con organizzazione di seminari e conferenze, autonomamente e in collaborazione con enti ed istituzioni locali

RICERCA

Attività di ricerca e studio della realtà locale attraverso indagini e analisi dei dati territoriali

PROGETTAZIONE

Ideazione, progettazione e gestione di interventi nell’ambito delle iniziative comunitarie

Progetti:

Progetti realizzati

Alcuni dei progetti seguiti da SPS negli scorsi anni e progetti in svolgimento:
1307, 2019

Fuorigioco agli stereotipi di genere nel mondo del calcio – PO 2018

SPS in collaborazione con il CSG (Centro Studi Interdisciplinari di Genere del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale), il CONI e la LND di Trento, è stata incaricata di realizzare un progetto presentato nell'ambito delle iniziative sostenute dall'Ufficio Pari Opportunità della Provincia Autonoma di Trento sul tema degli stereotipi di genere nel calcio trentino.  Il Progetto ha lo scopo di [...]

2303, 2018

Progetto “Liberi Da Dentro” – Carcere e pena riparativa

Dal 5 aprile prenderanno il via le iniziative rivolte a tutta la cittadinanza di “Liberi Da Dentro”, un progetto finalizzato a diffondere sul territorio una conoscenza reale del mondo del carcere, delle pene e del loro effetto sulle persone. Attraverso la proposta di eventi e incontri pubblici, conferenze, iniziative nelle scuole, spettacoli e film e con il coinvolgimento della cittadinanza nel processo di accoglienza nel tessuto sociale delle persone sottoposte a condanne penali, si vuole puntare alla promozione di una cultura capace di sviluppare una visione di tipo riparativo e di alimentare il senso di una responsabilità sociale collettiva.

Carica altri articoli

Progetti:

Proposte

Percorsi formativi e laboratoriali

I percorsi di educazione civica e cittadinanza attiva che proponiamo possono essere adattati alle esigenze del gruppo.

Il percorso di educazione civica e cittadinanza attiva è svolto in modalità laboratoriale, con approfondimenti, workshop, giochi di ruolo, dialoghi e confronti, per far conoscere il funzionamento delle istituzioni e dei processi decisionali ed il valore della partecipazione democratica.
L’obiettivo è quello di aiutare i giovani ad avere strumenti per orientarsi e poter così essere protagonisti consapevoli e positivi nella società.

La chiave di lettura di tutto il percorso è la sperimentazione di modalità democratiche e la conoscenza diretta dei luoghi e delle persone nelle istituzioni democratiche, visitando e parlando con rappresentanti del Comune, della Comunità, della Provincia Autonoma di Trento, fino alle Istituzioni nazionali.

La prima fase prevede incontri laboratoriali e di confronto su temi quali: “Io e la politica”, “La partecipazione nei comuni e gli Statuti”, “Bilancio partecipativo”; “Alla scoperta degli usi civici”; “Alla scoperta della Comunità di Valle”, “Pena cattiva o pena sensata? La giustizia nella Costituzione”, “Economia civile. Una terza via tra economia pubblica e capitalismo”. Agli incontri si affiancano visite al Consiglio comunale e provinciale e un viaggio a Roma, per poter direttamente dialogare con personalità delle istituzioni nazionali.

Durante la trasferta a Roma, si prevedono una visita alla Camera dei Deputati e al Senato, per incontrare un deputato e un senatore rappresentanti del territorio trentino, e un dialogo con rappresentanti dell’Ufficio Studi del Consiglio Superiore della Magistratura e della Corte Costituzionale.

Sempre più appare necessario fornire ai ragazzi le competenze che permettano una cittadinanza attiva, la capacità di essere inseriti dinamicamente nel proprio territorio, coscienti dei propri diritti e dei propri doveri civili e comunitari.
Il laboratorio i ragazzi a ragionare sulle caratteristiche del vivere umano, approfondendo le differenze tra un branco e la società umana e partendo dai propri bisogni si scoprirà la politica e le istituzioni come luoghi della convivenza, della partecipazione e della risoluzione dei problemi personali e sociali. La conoscenza della regola d’oro, presente in tutte le culture e religioni: “Fai agli altri quello che vorresti gli altri facessero a te” e che sta alla base della scelta di vivere dentro le città, con regole comuni e istituzioni scelte per una convivenza pacifica e solidale.

Il percorso preparerà i ragazzi alla visita delle istituzioni, che avverrà dopo il corso.

La focalizzazione sarà su 3 temi successivi più un incontro (un’ora e mezza ciascun incontro):

  1. Dall’Io al Noi, libertà, uguaglianza e fraternità: i pilastri della convivenza. In modo laboratoriale, i ragazzi cercheranno i significati positivi e negativi di questi tre valori.
  2. La partecipazione. Gioco di ruolo per capire “i Beni Comuni”: i cittadini di ogni età hanno in mano un filo della tessitura della propria comunità.
  3. Viaggio dentro le istituzioni. Partendo dai bisogni personali e sociali si capirà cosa sono le istituzioni, attraverso un laboratorio sulla costituzione, con video e slide.
  4. Colloquio con un consigliere/parlamentare che racconterà la propria esperienza.

Bandi

Bandi e concorsi futuri o in corso
1206, 2012

persone intervistate a Roma

Ecco le persone incontrate ed intervistate durante il nostro viaggio a Roma: 5 giugno 2012: Anna Vinci e Di Ciommo, Iole Mucciconi - cena con Froner e Santini; 6 giugno: Giudice [...]

La scuola:

La nostra storia

La Scuola di Preparazione Sociale è una realtà associativa senza scopo di lucro, operante, da oltre 60 anni, nel campo della formazione politica e sociale.

Nasce nel 1957 come agenzia di formazione all’impegno sociale e politico per i cittadini adulti, con particolare attenzione ai giovani e alla lettura dei cambiamenti della realtà sociale di riferimento.

È stata fondata da Franco Demarchi (1921 – 2004), sacerdote, sociologo e amico della Cina, e si è rivolta fin dall’inizio a tutti coloro che sono orientati ad approfondire temi sociali, politici, economici ed amministrativi con competenza e discernimento.

Franco Demarchi

Fondatore della Scuola di preparazione sociale.
Don Demarchi (1921-2004), figura poliedrica di studioso e di sacerdote, innovatore fino a essere considerato visionario, è stato professore di sociologia all’Università di Trento, all’Università Cattolica di Milano, all’Università di Trieste e in molte altre istituzioni. Ha fondato l’Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia, l’Associazione italo-tedesca di Sociologia e il Centro Studi “Martino Martini”. Il suo nome, oltre che al Dizionario di Sociologia, è legato in modo indissolubile all’apertura e, anzi, all’amicizia verso la Cina, sigillate dal movimento “Janua Coeli”, dalla direzione della rivista “Mondo cinese” oltre che da numerosi e avventurosi viaggi.

Per uno studio accurato della figura e dell’opera scientifica di Franco Demarchi si rinvia al testo “Franco Demarchi: contributo alla sociologia” (Valentina Trentini, Editore 2010)

La scuola:

Principi

L’impegno principale che Scuola di Preparazione Sociale assume nei confronti dei propri utenti è quello di erogare i propri servizi formativi in un’ottica di qualità, il che significa organizzare e ri-organizzare i servizi in modo che possano soddisfare le esigenze degli utenti.

I principi fondamentali attraverso i quali la Scuola di Preparazione Sociale progetta, organizza e realizza i propri servizi formativi riguardano essenzialmente il rapporto con gli utenti:

PARTECIPAZIONE

ovvero cortesia, capacità di ascolto e di interazione efficace con gli utenti, in modo da migliorare i propri servizi formativi secondo le esigenze dell’utenza;

EGUAGLIANZA & IMPARITÀ

di trattamento nei confronti degli utenti, sia nelle regole di erogazione del servizio che di accesso al servizio. L’ente si propone a tal proposito di individuare dei servizi di supporto volti a garantire il rispetto delle pari opportunità di accesso alla formazione

EFFICACIA ED EFFICIENZA

intese rispettivamente come soddisfazione dell’utenza rispetto al servizio erogato e come rapporto adeguato fra risorse impiegate e servizi formativi offerti

 CHIAREZZA, COMPRENSIBILITÀ, TRASPARENZA

nelle informazioni offerte, nella presentazione delle opportunità, delle regole, dei vincoli, delle risorse presenti nel servizio formativo

Scarica lo statuto della Scuola di preparazione sociale

Persone:

Chi siamo.

Per il Consiglio Direttivo (in carica da dicembre 2018 a dicembre 2021):

MILAN GIUSEPPE

Presidente

RANZI DANIELA

Vice Presidente

BARBACOVI CLAUDIO

Consigliere

BRAMERINI ENRICO

Consigliere

FRONZA CREPAZ LUCIA

Consigliere

GONZALES VALENTINA

Consigliere

MARANGON PAOLO

Consigliere

MODENESE FRANCESCO

Consigliere

SIMONCELLI DAMIANO

Consigliere

ZANUTTO ALBERTO

Consigliere

DE CARLI DON ANDREA

Delegato della Diocesi

Per il Collegio dei Revisori:

DI VALERIO MAURO

Presidente

SALVATERRA LUCA

Revisore

SCANDOLARI FEDERICO

Revisore

Per i Probiviri:

AZZOLINI LUCIANO
CHIASERA SABINA
GIRARDELLI MARCO

Notizie:

News & Approfondimenti.

Scopri tutte le ultime notizie e approfondimenti sulla Scuola di Partecipazione Sociale:
807, 2016

SPS al tavolo delle associazioni per lo Statuto: si pensi ad un lavoro sui territori e non ai cenacoli…

8 Luglio, 2016|Eventi, Stampa|

Sabato mattina (cioè domani 9 luglio 2016) il Presidente Dorigatti ha convocato le oltre 100 associazioni che dovranno proporre i nomi per le nomine ancora da coprire per la Consulta [...]

503, 2016

Organizzare progetti di cittadinanza responsabile: volontariato alla SPS

5 Marzo, 2016|Approfondimenti, Stampa|

Rinnoviamo anche per il 2017 la domanda per chi ha tempo e disponibilità per recuperare forze per i progetti di cittadinanza. La SPS come tutte le associazione vive e prospera [...]

503, 2016

Duccia Calderari: quel novecento nascosto perché femminile…

5 Marzo, 2016|Approfondimenti, Eventi, Stampa|

Che il '900 sia un secolo ancora tutto da scoprire ce lo confermano storie come quella di Duccia Calderari recentemente raccolta e approfondita dalla infaticabile Ilaria Pedrini per l'editrice Citta [...]

Carica altri articoli
Resta in contatto!

Contatti:

ENTRA IN CONTATTO CON SPS.

Siamo a disposizione per qualsiasi tua domanda, cercheremo di risponderti il prima possibile.